SOLO PER UOMINI

Nell’antica Roma ogni mattina le donne dovevano baciare i propri mariti o, nel caso non fossero ancora sposate, i propri padri o fratelli. Questa prassi era chiamata “ius osculi”, cioè “diritto al bacio”, ed era un’usanza introdotta dalla legge romana.
Il gesto consentiva ai maschi della famiglia di controllare il respiro delle donne per assicurarsi che non avessero bevuto vino, un’attività sconveniente e persino proibita, poiché bere vino per le donne era come commettere adulterio, ed era quindi punibile con la morte!
A quel tempo, il vino veniva sempre mescolato con acqua prima di essere bevuto e il vino non diluito (che veniva chiamato “Merum”) era considerato una cattiva abitudine attribuita ai contadini e ai barbari. Di solito i Romani mescolavano una parte di vino con due parti di acqua calda o acqua di mare – sì, anche acqua di mare! – per ridurre la dolcezza del vino. Inoltre, i Romani scoprirono che mescolare piombo con vino non solo aiutava a conservare il vino, ma conferiva anche un sapore dolce e una consistenza succulenta. Purtroppo c’era un effetto collaterale: l’avvelenamento cronico da piombo è stato spesso citato come una delle cause del declino di Roma!

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>